Viaggio in doccia

Oggi mi faccio un giro in doccia

 

Quando sono sotto la doccia viaggio con la mente in mondi lontani, nel futuro o nel passato, godendo moltissimo di questo spazio non spazio.
Poi ad un tratto torno presente, sotto la doccia.

doccia Viaggio in doccia

Mi domando perché la sensazione di essere stato via è molto più bella di quella che sto provando nell’essere tornato presente.

Avete percepito quello che sto descrivendo?
Vado avanti.
Mi osservo, respiro.
Fermo la testa che analizza e ascolto il respiro.
Ascolto l’acqua calda che cade sulla testa e scende sul corpo
Ascolto l’aria umida e profumata che respiro,
I piedi nell’acqua, la schiuma.

Torna l’ego.
Ma quanto è stato lungo, intenso, presente, questo presente?
Anche qui il tempo è annullato.
Nella presenza non c’è più il tempo.
C’è solo quello che c’è.
L’ego cerca di far vedere insignificante e freddo tutto quello che non sta nel passato o nel futuro.
Il presente l’ego non lo accetterà mai
Il presente è la morte dell’ego.
Godi del tuo presente e usa l’ego per le faccende comuni della giornata.

lasciami un LIKE
follow_subscribe Viaggio in doccia0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.