Il supermercato dell EGO

EGO, mi servi per vivere

Ogni mattina ti svegli ed entri nel supermercato dell’ego e scegli cosa essere.
Solitamente vai sul terzo scaffale,a destra, proprio li, all’inizio velocissimo e pratico, sotto mano.
Prendi quello che conosci bene, quello che ogni volta che lo usi ti senti sicuro
sai ad esempio che se sei nel bisogno arrivano tutti, ma non per aiutarti, per confermare il tuo bisogno.
Poi provi a rifare le scenette di dipendenza, padre, madre ecc..
Partner che ti sfrutta, crei vincoli, segreti, ti sfoghi fuori, colpa tua, colpa sua colpa del mondo..
perfetto!! anche oggi funziona, ma d’altronde..sono moltissimi anni che usi questo modello, sin da bambino funzionava..perchè cambiarlo?
Ora proviamo con la scarsità, si la stessa di quando eri bimbo, te giustamente non avevi nulla, i tuoi ti hanno detto che se stai povero andrai in paradiso e chi ha i soldi è sicuramente un farabutto
Provi a lavorare ma non cerchi di crearti qualcosa, stai nel bisogno di prendere poco perchè è giusto, lavoro per vivere

Ma domani, prova a prendere un altra testa.. anzi, prova ad andare al mare
potresti accorgerti che in ogni istante, ogni passo, è circondato da milioni di teste che cercano un anima da dominare
e milioni di anime che cercano di esprimersi risuonando l’una con l’altra.
Scegli l’ego che ti serve per vivere le cose normali della giornata
ma resta nella goduria del non essere quell’ego.
Godi il corpo, usa il sentire per capire quello che sei e cosa devi fare per esprimere al meglio la tua missione . Amati e AMA.

Torna alla HOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *